Che la Calabria -regione che certa cultura "padania" non perde occasione per bistrattare- sia stata culla di civiltà è ormai un fatto, oltre che accertato, quanto mai assodato. Lo documentano, in modo inconfutabile, le testimonianze artistiche che, in maniera tangibile, possono vantare tutti i nostri paesi. Anche quelli che oggi, tagliati fuori dalle grandi vie di comunicazione, vengono considerati come facenti parte dell'"entroterra".

“Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna…” (Gal 4,4). Il culto mariano si fonda sulla mirabile decisione divina di legare per sempre, come ricorda l’apostolo Paolo, l’identità umana del Figlio di Dio ad una donna, Maria di Nazaret. Il mistero della maternità divina e della cooperazione di Maria all’opera redentrice suscita nei credenti di ogni tempo un atteggiamento di lode sia verso il Salvatore sia verso Colei che lo ha generato nel tempo, cooperando così alla redenzione.