L'8 dicembre del 1870, Papa Pio IX proclamò San Giuseppe patrono della Chiesa Cattolica, attraverso il decreto Quemadmodum Deus. Per celebrare il 150° anniversario, Papa Francesco ha stabilito che dall'8 dicembre 2020 allo stesso giorno del 2021 si celebri uno speciale Anno di San Giuseppe.

Per aiutare i fedeli a riscoprire l’importanza della figura di San Giuseppe, Papa Francesco ha voluto fare dono ai fedeli della Lettera apostolica Patris Corde.

Il desiderio di indire un anno speciale dedicato a San Giuseppe, scrive Papa Francesco, «è cresciuto durante questi mesi di pandemia, in cui possiamo sperimentare, in mezzo alla crisi che ci sta colpendo, che «le nostre vite sono tessute e sostenute da persone comuni – solitamente dimenticate – che non compaiono nei titoli dei giornali e delle riviste né nelle grandi passerelle dell’ultimo show ma, senza dubbio, stanno scrivendo oggi gli avvenimenti decisivi della nostra storia»

È come dire che «Tutti possono trovare in San Giuseppe, l'uomo che passa inosservato, l'uomo della presenza quotidiana, discreta e nascosta, un intercessore, un sostegno e una guida nei momenti di difficoltà» (Papa Francesco).

Anche nella nostra Parrocchia vogliamo vivere questo anno e usufruire delle speciali grazie ad esso associate. Così ho pensato di scandire l’anno in due momenti.

Il primo momento ci porterà a ridosso della festa di san Giuseppe. A partire da giovedì 21 gennaio fino a giovedì 18 marzo, ogni giovedì, la messa sarà dedicata a San Giuseppe. Faremo così una novena settimanale in preparazione alla festa del 19 marzo.

Il secondo momento partirà dal 19 marzo e si concluderà il 19 novembre. Questa scansione di tempo ci vedrà insieme ogni 19 del mese, per nove mesi, a riflettere e pregare San Giuseppe.

Durante questo tempo, oltre a opuscoli e altro materiale, verranno proposti almeno due momenti, in presenza o tramite la piattaforma zoom, che ci permetteranno di fare memoria delle nostre radici cristiane galatresi, nelle quali la figura di san Giuseppe ha avuto la sua influenza.

Concludo con questa bella preghiera di Papa Francesco e auguro un buon cammino.

«Salve, custode del Redentore, e sposo della Vergine Maria.
A te Dio affidò il suo Figlio; in te Maria ripose la sua fiducia; con te Cristo diventò uomo.
O Beato Giuseppe, mostrati padre anche per noi, e guidaci nel cammino della vita.
Ottienici grazia, misericordia e coraggio, e difendici da ogni male. Amen» (Papa Francesco).

Don Natale Ioculano